Elba, controllata del gruppo De’ Longhi, sviluppa, produce e commercializza una gamma completa di cucine semiprofessionali e piani cottura sia a gas che elettrici di alta gamma, prevalentemente in acciaio inox. La società esporta il design  “made in Italy” in oltre 50 paesi, con presenze significative nei mercati inglese, australiano e neozelandese. Leader in alcuni mercati con lo storico marchio “Elba”, la società ha avuto un forte impulso alla crescita con l’affiancamento dei marchi “De’ Longhi” e ”Kenwood”, che rappresentano oggi la maggior parte del fatturato. La società ha conseguito nel 2005 un fatturato di € 83,6 milioni.

Fisher & Paykel, quotata alle borse neozelandese (NZX) e australiana (ASX), sviluppa, produce e commercializza grandi elettrodomestici, in particolare sistemi cottura, frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie. Il fatturato consolidato per il 2005 è superiore a € 600 milioni.

Con l’acquisizione di Elba il gruppo neozelandese crea una piattaforma per sostenere la strategia di crescita nel mercato europeo. La dismissione, in linea con la strategia De’ Longhi, si focalizza su un core business. Il marchio e l’eccellenza produttiva di Elba, sono stati gli elementi chiave per l’offerta vincente di Fisher & Paykel.

Cross Border, advisor esclusivo per il gruppo  De’ Longhi, ha originato la transazione, assistito nella negoziazione e ottimizzato il valore degli azionisti identificando il compratore più motivato su scala globale massimizzando il valore degli azionisti.